Chi Siamo

Per saperne di piú su chi siamo: la compagnia teatrale amatoriale Tabula Rasa nasce a Barcellona nel 2014 fondata da un gruppo di italiani che hanno interessi comuni, primo il teatro, con l’obiettivo di approfondire tematiche relazionate con la storia, la politica e l’attualità.
Il nome nasce dal messaggio che vogliamo provare a dare agli spettatori: fare tabula rasa appunto, liberarsi dei preconcetti, dei pregiudizi ed essere aperti anche a cambiare il proprio punto di vista.
Tabula Rasa vuole diventare un progetto oltre la compagnia amatoriale, punta a trasformarsi in un’esperienza più solida, con un suo repertorio e un suo stile.

Katia Bosco

Katia Bosco compagnia tabula rasa
Coltiva la sua passione per le arti perfomative da trent’anni. È passata attraverso il teatro di prosa, la danza, la musica, il teatro fisico, le arti marziali. L’ultima sua sfida è la regia teatrale.

Alessandro Smorra


Da sempre attratto dal teatro e molto legato alle sue origini partenopee, muove i primi passi portando in scena con entusiasmo la sua napoletanità. Dopo si reinventa caratterizzando i suoi personaggi dalle molteplici sfaccettature.

Roberta Vannini

Roberta Vannini compagnia teatrale tabula rasa
Appassionata di cinema sin da piccola, si avvicina al teatro durante gli studi universitari, coltivando l’interesse soprattutto per il teatro sociale. Inizia a recitare nel 2012; nell’ultimo anno si cimenta nell’adattamento e riscrittura di testi teatrali.

Sarah Caruso


Sale sul palcoscenico per la prima volta a 12 anni; quella che nasce come un gioco, diventa una passione ripresa durante gli anni universitari, quando, oltre al teatro sperimenta il circo e la giocoleria. Oggi cerca di fondere queste forme espressive considerandole importanti strumenti di crescita personale.

Ginevra Caratù

Nutre da sempre interesse per le arti performtive e nell’ultimo anno prova finalmente a mettersi in gioco. Il teatro diventa una necessità da sperimentare come percorso di conoscenza e crescita delle proprie potenzialità espressive.

Roberta Malatesta


La scoperta del corpo come libera espressione e canale di disinibite emozioni nasce con l’incontro di un semplice naso rosso e il momento magico in cui si appoggia sul suo naso. Dal clown si avvicina al teatro físico e alla danza butoh e contemporanea, senza smettere mai di ballare tutto quello che sente dentro e fuori se stessa.

Alessandro Anastasio

Alessandro AnastasioSi appassiona al teatro durante l’Università, grazie alla lettura dei testi di Lope De Vega e Calderon de la Barca. Attraverso il teatro cerca una forma creativa in grado di parlare al pubblco combinando le sue tre grandi passioni: musica, scrittura e recitazione.